IIS - M.T. VARRONE
LICEO ARTISTICO - A. CALCAGNADORO

Via Palmiro Togliatti, snc - 02100 Rieti / tel 0746 483593 / fax 0746 200009 / mail - RIIS003001@istruzione.it

Sei in: home page > Attività e Progetti>Viaggio di istruzione ad Amsterdam








Viaggio di istruzione ad Amsterdam

Stiamo dalla parte delle vittime di tutti i terrorismi, oggi in Francia e in altre parti del pianeta, condividendo messaggi, idee, atti e parole di vicinanza e amore, mentre il mondo elabora e cerca di capire cos’è successo. Non si tratta solo di essere solidali con popoli sotto shock. Si tratta di sfidare la logica di questi attacchi dimostrando che persino oggi la nostra speranza per il mondo è più forte della paura, della tristezza e del dolore che tutti, in questo momento, stiamo provando.
Perciò non abbiamo paura e partiremo per Amsterdam nel prossimo viaggio di istruzione, con la convinzione che siamo cittadini europei alimentati  dai principi di libertà,  fraternità, tolleranza e coabitazione, determinati a fare della cultura, dell’arte e della conoscenza delle città il nostro solo unico linguaggio civile.
La commissione da me presieduta pubblicherà  programma dettagliato del viaggio e del piano degli spostamenti su www.liceoartisticorieti.it  non appena l’Agenzia comunicherà date del volo, ubicazione dell’ostello e prenotazione dei musei.
Chiudo, facendo nostre le parole di Tiziano Terzani, scrittore, ad Oriana Fallaci, scrittrice, dopo l’attentato alle Torri gemelle:
“Il nostro di ora è un momento di straordinaria importanza. L'orrore indicibile é appena cominciato, ma è ancora possibile fermarlo facendo di questo momento una grande occasione di ripensamento. E un momento anche di enorme responsabilità perché certe concitate parole, pronunciate dalle lingue sciolte, servono solo a risvegliare i nostri istinti più bassi, ad aizzare la bestia dell'odio che dorme in ognuno di noi ed a provocare quella cecità delle passioni che rende pensabile ogni misfatto e permette, a noi come ai nostri nemici, il suicidarsi e l'uccidere. "Conquistare le passioni mi pare di gran lunga più difficile che conquistare il mondo con la forza delle armi. Ho ancora un difficile cammino dinanzi a me", scriveva nel 1925 quella bell'anima di Gandhi. Ed aggiungeva: "Finché l'uomo non si metterà di sua volontà all'ultimo posto fra le altre creature sulla terra, non ci sarà per lui alcuna salvezza".

Un caro saluto
La referente
Prof.ssa Ines Millesimi


 

 
^ Torna a inizio pagina